Ripristinare la Schiavitù, NOW!

L’essere schiavi non è solo sinonimo di “mancanza di libertà”, ma anche di “dipendenza da”.

Ad esempio un drogato è schiavo della roba che usa, un fumatore di quel che fuma, uno statale dello stipendio, un freelance del commercialista, un cattolico della Chiesa, un satanista del suo Ego, etc… si potrebbero fare migliaia di esempi.

Ma chi ha liberato il mondo [occidentale] dalla Schiavitù?

La mano nascosta nel petto è un vezzeggiamento del gesto di Mosè, che ubbidendo a Dio la pose sul cuore e la mostrò a Faraone bianca, illuminata.

Non saprei dire sinceramente se si possa attribuire la fine della Schiavitù ad una persona o gruppo di, ma di certo non è stata una buona cosa.

Ciò che era già proibito era la tratta degli schiavi, cioè questi non si possono cedere per denaro o altro, ne si potevano rapire dalle loro famiglie di origine, lo schiavo era alle dipendenze del suo padrone a cui doveva evidentemente qualcosa, cioè uno diveniva schiavo se per esempio aveva causato danno ad un’altra persona (cosa ancora prevista nella giurisprudenza americana, ma non applicata) o come bottino di guerre.

Comunque quello che succedeva con l’essere schiavi è che lo schiavo realizzava di esserlo, era consapevole senza ombra di dubbio del suo stato di privazione e dunque così come ci si aspetta da ogni essere nato in libertà, questi anelava a tornare d’essere padrone di se stesso.

Padrone di se stesso!

Lo siamo? Siamo oggi padroni del nostro costume, del nostro pensare, del nostro vivere, siamo capaci?

Ti ho sentito, non dire di no, hai detto di SI!

Uno schiavo cerca la libertà, ed alla fine la ottiene, poiché in questa realtà in cui siamo immersi il desiderio non è un argomento astratto, ma una precisa azione che porta a conseguenti reazioni (il Karma non c’entra una cippa lippa, non divagare) .

La frase “chiedi e ti sarà dato” accompagna con se una forte connotazione esoterica, che tende a sottolineare la particolare natura di questo universo. Per cui ciò che uno desidera, e più ardentemente lo fa più efficace è, porta alla risoluzione della richiesta.

Oggi non siamo liberi dai desideri egoici, dai desideri materialisti, ovviamente ben alimentati da ciò che ci circonda (pubblicità, radio, tv, riviste e pavoneggiamento dei tanti zombi di questa nostra lugubre società), percui non percepiamo la nostra Schiavitù interiore che ci costringe ad una vita in loop, un ineluttabile sequenza ripetitiva degli stessi problemi che ci condizionano la vita quotidiana (lavoro, parcheggio, multe, bollette, trombatina, film, lavoro, parcheggio, multa evitata (culo una tantum), bollette, trombatina, film…).

Il desiderio materialista porta con se privazione di libertà, perché questi desideri sono legati alla materia (e=mc2 ha una frequenza imprigionante), la quale ci vincola e ci schiaccia a questo mondo (che sia questo mondo in un cazzo di buco nero?).

Dunque, cosa succede senza Schiavitù?

Manca il desiderio di libertà [azione] e conseguentemente manca la reazione automatica di questo universo, ovvero ciò che può portarci incontro a ciò che è a noi conveniente.

Sto parlando di quello che i religiosi più tradizionali definirebbero l’aiuto divino, e lo è perché questo aiuto divino è di fatto una regola universale per ristabilire ognuno di noi nella migliore delle situazioni.

Questo mondo e l’universo tutto, hanno delle regole, se uno le conosce le usa e si trova a suo agio ed è libero, altrimenti rimane in loop.

I malvagi (che usano nomi non loro, come “illuminati”) conoscono parte di queste regole, e le usano per tenervi nel buco nero.

Per cui l’idea stessa di essere schiavi DEVE essere ripristinata e non solo dal punto di vista simbolico, ma anche dal punto di vista legislativo (anche perché, in questo EgoMondo (leggi qui), simbolismo (leggi anche qui) e realtà sono 2 facce della stessa medaglia).

Oggi nessuno chiede libertà, perché siamo convinti di esserlo, e perché nessuno ci ricorda che siamo Potenti, e perchè ci hanno deliberatamente confuso, ad esempio la frase “ad immagine e somiglianza divina” non è nell’aspetto esteriore (capite perché a Nicea hanno deciso il Dio-Uomo?!) ma in quello interiore e quindi nella possibilità di fare [quelli che oggi definiremmo] dei miracoli quotidiana normalità, o per chi non riuscisse (perché non tutti siamo uguali) avere maggiori capacità intellettive, visto che l’intelletto è una luce, una energia, che se costretta e piegata ad una frequenza bassa, non libera il suo potenziale (l’era rinascimentale lo dimostra).

Come può la religione spiegare questi concetti nel modo che io ho appena fatto, non può, non verrebbe capita e conseguentemente rifiutata in tutto. Perciò trovate nei testi sacri delle storie che devono farci riflettere (come Yunus ovvero Giona, che finisce nel ventre oscuro di una Balena e ne esce solo quando finalmente comprende la propria situazione).

Studiate i libri sacri cercando di coglierne aspetti esoterici e simbolici che si riferiscano alla nostra vita quotidiana, non date per scontato che siano solo testi pallosi e petulanti (di certo meno divertenti di Harry Fotter), ma contengono sapienza e questa a volte viene fuori nel tempo, gradualmente, senza che ve ne accorgiate.

Farei un torto a consigliarvi quali testi sacri leggere, perché ognuno deve trovare la propria strada, ma di certo non vi consiglio di leggere unicamente la petulante Bibbia che è non solo stata riscritta dagli scribi ma anche mal tradotta, interpretata e commentata in decine e decine di differenti versioni (che si aggiornano come se non bastasse) e poi di certo non voglio mandarvi a sbattere contro Biglino con le sue farnaticanti idee degli UFO come creatori dell’umanità (cazzate di una mente diabolica) solo perché non si fa ragione del perché Dio usa il plurale riferendosi a se stessi. Detto questo, devo ammettere che anche io ne faccio uso, di tanto in tanto, ma non è affidabile, non più ormai da tanto tempo e non ci provino i lor signori ebrei a dire che la loro versione è intonsa, già che poi usano oramai solo i talmud. Comunque alcune storie simboliche anche se imprecise possono essere illuminanti.

7 commenti

  1. Io ho trovato tutto chiaro e condivido il tuo discorso 👍 anch’io curiosai quello che raccontava Biglino, ma ad un certo punto mi accorsi che diceva alcune cose inesatte, riguardo la traduzione biblica… e provai molta confusione. È molto vero quello che dici riguardo il fatto che bisogna saper leggere certi testi, leggerli interpretarli e rendersi conto quando si tratta solo di simboli e quando invece i simboli voglio dire molte altre cose.

  2. L’articolo è’ interessante (come altri che escono dalla tua penna): considerato che sono toccati variegati aspetti del fenomeno, umilmente consiglierei (nel senso che ti sarei grato) di farne altri di più specifici (anche brevi e mirati). Grazie 🙏

    • Grazie Rosario, sono caotico vero.
      C’è spesso un legame tra un articolo e l’altro ma non sempre anzi quasi mai li lego in modo chiaro.
      Ed anche all’interno dello stesso articolo, faccio salti carpiati tripli.
      Ma è il metodo giusto, perché non voglio spiegare, ma instillare dubbi e curiosità, il resto è il lavoro del ricercatore.
      La maggior parte di ciò che metto qui è ciò che ho ricevuto, in sogno o esperienze personali di vario tipo, ma come faccio a passarle al prossimo, è impossibile. Ognuno deve andarsele a prendere.
      Ogni tanto mi vado a vedere sobhet (discorsi) del mio Maestro tenuti anche 30 anni fa, visti più volte e magari anche in tempi recenti, la prima volta ho preso una cosa, la seconda un’altra e così via, questo perché in me è cresciuta conoscenza specifica che prima non avevo, ed ora è mia, non me l’ha speigata il Maestro, ma l’ho appresa da me ed è nel cuore, inamovibile.
      È il modo giusto. Ma se hai domande specifiche, proverò a chiarire qualche passaggio, ma forse non sarò mai troppo specifico e preciso.

      • Grazie! In generale ti seguo molto volentieri. Ti manifesterò i punti meno chiari (per me) nel caso. Ma come hai giustamente detto (e lo apprezzo) hai la buona capacità di dire e incuriosire ed e’ il lavoro personale che ne deve seguire che rende prezioso il tuo apporto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...