Analisi esoterica della “Primavera del Botticelli”.

In quasi tutte le ricostruzioni del significato del famosissimo quadro del botticelli, viene utilizzato come metro di paragone l’insegnamento platonico e/o la ricostruzione idolatrica, quasi sempre rifacendosi a quadri precedenti disegnati dallo stesso Botticelli.

Ma a ben vedere parte della sua biografia, come questa

In età matura si manifesta in lui un mutamento: l’armonia velata di malinconia che lo ha finora contraddistinto si trasforma in una sofferenza drammatica, inquieta, in una sorta di ricerca di intensità mistica.

si può dedurre che abbia percorso una strada di conoscenza segreta dell’intimo umano, almeno questo è quello che traspare da uno dei suoi quadri più importanti, “la Primavera”.

Il quadro della Primavera svela ciò che evidentemente è risaputo a pochi, ovvero che esiste un modo ed un tempo per cui l’uomo può ri-acquistare la sua Vera forza. Questo tempo, coincideva con il tempo che viene chiamato rinascimento (il, cui nome è un tentativo, per altro riuscito, di coprire ciò che realmente stava accadendo).

La fine del rinascimento coincide con la fine del primo millenio del calendario islamico, ovvero la fine del millennio dopo la venuta del profeta Mohammed (pbsl), il sigillo dei profeti e della profezia, tempo in cui nella conoscenza islamica è prevista una scadenza (vedi note a piè pagina) scadenza che viene promulgata di un tempo se l’umanitá progredisce, di mezzo tempo nel caso in cui invece non riuscisse (ed è questo il momento).

Per cui il tempo (di mille anni) coincideva con il rinascimento ovvero con un tempo di rinascita o resurrezione degli uomini, che con le dovute maniere e tecniche porterebbe all’evoluzione umana o meglio resurrezione umana (tecniche presenti nelle varie religioni, ma praticate oramai solo nell’islam più ortodosso [così potete capire il perché della guerra alle religioni in questi ultimi tempi]) , che in realtà è un riappropriarsi delle forze nascoste in noi.

Da cosa è nascosta questa forza lo si evince dal quadro con la rappresentazione delle 3 damigelle disunite, ovvero dalla rappresentazione dell’anima che non è purificata (ognuna delle 3 dame rappresenta una parte specifica dell’anima stessa, vedi dettagli di seguito), ovvero l’uomo crescendo coltiva in se una forza animica malvagia o animalesca (rappresentata dal angelo nero che sussurra e avvinghia una parte dell’anima) che di fatto nasconde la vera forza dell’uomo, in breve l’uomo nel suo modo di vivere, alimenta il suo Ego (anima bassa o disgiunta) e quindi alimenta una forza egoica negativa che sopprime la forza spirituale, la Vera forza dell’uomo.

Dalla parte opposta vengono mostrate le stesse 3 damigelle purificate ed unite che a questo punto rappresentano l’anima dell’uomo che deve far rinascere l’uomo (rappresentato da Bacco in quanto intelletto ebriato dal vivere mondano), l’anima è sempre incinta (come nella visualizzazione precedente) perché questa ha sempre tale capacità, è pronta a ricevere la forza dell’Amore (la forza spirituale celeste) per rinascere.

Oggigiorno questa forza è rappresentata dall’attesa del Mahdi nell’islam o il cavaliere della giustizia profetizzato nella apocalisse.

Seguono ulteriori dettagli e precisazioni.


Prima Uomo, poi Super Uomo.

Iniziamo ad analizzare i personaggi, che sono sei e non nove, perchè le 3 dame sulla sinistra si ripetono poi sulla destra, ma stavolta in una veste differente (per due di loro), ovvero sono medesime ma con vesti differenti.

Questo lo si evince da alcuni elementi che tolgono ogni dubbio:

1. La posizione delle mani delle dame si ripete, bene o male sono nello stesso modo.

2. La posizione dei piedi è anche in questo caso del tutto simile (difficile da riscontrare solo per la prima dama).

3. I loro capelli.

L’analisi delle dame è fondamentale per capire il messaggio che si cela dietro il dipinto, messaggio che evidentemente non doveva essere palesato a tutti, il loro ruolo è centrale e ne va capita la trasformazione.

Il quadro andrebbe letto da destra a sinistra, ma se invece si tratta di un “ritratto” o forse di un “autoritratto”, allora dobbiamo cercare di immaginarlo al contrario, ovvero dove la destra è il lato sinistro del ritrattato e viceversa la la sinistra è destra (ovvero come nell’immagine soprastante da me invertita, ma in essa si cela il “supremo” messaggio).

Di fatto così prendono senso le figure laterali:

1. Lucifero o Satana sulla destra, ovvero sinistra (maldestramente scambiato dai molti per il vento ‘zefiro’ come se non avesse le ali d’un angelo nero).

Le ali tenebrose

2. Bacco, ovvero l’intelletto inebriato da una vita effimera sulla sinistra ovvero la destra.

Bacco rappresenta però anche Adamo, perchè nella tradizione religiosa Allah soffia del suo spirito nell’uomo di ‘mota impastata’, ovvero soffia lo spirito intelligente in un corpo ‘morto’, quindi rappresenta l’antitesi del suo nemico dichiarato, dell’angelo nero, ovvero Lucifero la cui posizione non può essere che la sinistra. Ed, all’intelletto, si richiede il combattimento [interiore], jihad an-nafs (vedere Sura 90, “in verità lo abbiamo creato l’uomo perché combatta”).

Jihad (neanche a parlarne)

Dunque è abbastanza chiaro che si sta parlando dell’Uomo.

Un passo del Corano:

Fa parte dei Suoi segni l’avervi creati dalla polvere, ed eccovi uomini che si distribuiscono [sulla terra].

-Sura Ar-Rum, Ayah 20

Fa parte dei Suoi segni l’aver creato da voi, per voi, delle spose, affinché riposiate presso di loro, e ha stabilito tra voi amore e tenerezza. Ecco davvero dei segni per coloro che riflettono.

La donna è la Terra e la Terra è donna, ma la Terra è anche energia pura, madre natura, è potente.

-Sura Ar-Rum, Ayah 21

In questo passo del Corano, che si può trovare similarmente sulla Genesi, è chiaro che le spose tratte dall’uomo vengono definite come dame, quindi non una ma più.

Di fatto Eva non è una sposa in carne ed ossa, ma è la carne di Adamo, è la sua anima (o Ego), ed essa rappresenta anche la parte fisica, il suo corpo, la psiche e la luce da seguire per tornare al creatore.

Siccome il passo parla di spose, dobbiamo dedurre che l’anima è divisa in più parti, ancora qui ci viene in aiuto il Corano, che cita l’anima in 3 modi differenti:

3 dame disunite

1. nafs-ul-ammarah – L’anima che tende al comando (la prima dama, bionda)

Questa è l’anima che rispecchia l’animalità dell’uomo se essa è pervertita e non credente, me è pura ma con tendenza al peccato nel caso dei credenti. Quindi ha una doppia valenza, nera o bianca, ma in entrambi i casi è soggetta alle suggestioni di Satana (ndr: lei è la parte che suggerisce ad Adamo di mangiare il frutto). Essa è preda dell’Angelo nero e ad esso essa si volge, come attratta ma anche spaventata (il particolare dei capelli sconvolti si staglia con la sua figura successiva con i capelli ben ordinati e raccolti).

2. nafs-ul-lawwamah – L’anima che giudica e colpevolizza, la psiche (la seconda donna, bionda tendente al rosso).

Essa è l’anima coscienziosa, che si autogiudica e rimprovera. Il gettare i fiori può rimandare alla necessità di ornare la terra con la preghiera di cui sente la necessità per i peccati commessi.

3. nafs-ul-mutmainnah – L’anima pacifica, angelica (la terza donna, rossa)

Essa è l’anima che torna rassicurata a Dio, nella dottrina religiosa si attesta che essa è seguita da un angelo guida, che la consiglia ed assiste, come appare dalle ali d’angelo accennate tra le foglie dietro la donna stessa. Lei non ha necessità di fuggire da Satana ne di pregare, è come su di un piedistallo, lei sarà dopo il perno centrale dell’anima stessa [Eva].

Angelica

Queste le 3 dame a destra, ovvero sinistra, che sono disunite perchè non pure, perchè non in equilibrio e perchè l’uomo non sta combattendo per divenire akbar, continuamente grande o eterna crescita.

Infatti le 3 dame unite in una bellissima danza hanno stavolta una veste pura, purificata dall’uomo, dall’intelletto che ha preso il comando.

Esse sono incinta come lo erano prima, perchè la Terra è sempre pregna di energia divina per procreare l’uomo nuovo, l’uomo migliore, ma esso potrà farlo solo quando le vesti dell’anima saranno linde, il cupido simboleggia l’energia Nuova che arriva periodicamente sulla Terra, nell’Islam si chiama “el Mahdi” [vedi nota in fondo].

Pure ed armoniose.

Ecco, ciò che ci spiegava Sandro Botticelli era la rinascita o resurrezione dell’Uomo con tutto ciò che ne consegue, e non è un caso che egli è il precursore del periodo chiamato ‘rinascimentale’ (questo nome a questa epoca è stato dato per coprire il vero significato, quindi un nome terreno copre il significato celeste).

Nota aggiuntiva: il periodo del rinascimento termina nell’anno 1600 dc ovvero più o meno l’anno 1000 dell’egira, anno islamico, ed è noto nella escatologia islamica che Allah concesse un tempo [di 1000 anni] se l’uomo si fosse comportato “bene”, mezzo tempo in caso contrario. Questo mi porta a pensare che l’anno 1000 islamico o anno 1600 dc, sia stato un momento importante per l’umanità, un momento di salto, che purtroppo pare non sia stato sfruttato nel modo migliore, nonostante dal 1300 al 1600 troviamo un epoca d’oro.

Come dimenticare poi che esistono altre 3 grazie di altri autori, anch’esse accompagnate da un quadro simile nella raffigurazione simbolica di Botticelli, come per le grazie di Raffaello, dove però la descrizione applicata a Botticelli non viene ripetuta. E che dire della chiara simbologia delle 3 grazie con la “mela del peccato”, è chiaro che Raffaello stia rappresentando Eva ovvero le 3 parti di Eva (l’anima):

Consiglio la lettura dei seguenti articoli correlati “la Vestizione dell’anima” e “la sottomissione dell’ego

7 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...